Asakusa: un tuffo nella Tokyo di una volta!!

Asakusa è ancora oggi uno dei quartieri dove si possono osservare gli ultimi residui del Giappone tradizionale all’interno della modernissima Tokyo.
Situata nella zona nord-est della parte centrale di Tokyo, alla fermata finale della metropolitana nella linea Ginza, Asakusa è una delle parti meno caotiche della capitale dove ancora si incontrano ragazze che passeggiano in kimono e numerosi risciò in giro per le strade (a dire la verità ad uso e consumo più dei turisti che dei giapponesi).
Asakusa fa parte di quella zona della città chiamata dai giapponesi shitamachi (città bassa), accanto al fiume Sumida.


Da notare che mentre la maggior parte degli edifici della capitale nipponica non superano i cinquant’anni di “anzianità” (anche a causa dei bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale), in questo quartiere si possono ancora scorgere palazzi e abitazioni costruite negli anni 50′ e 60′ del novecento.

Le sue numerose stradine sono fiancheggiate da vecchie case e botteghe che vendono articoli tradizionali, dai Kimono ai pettini fabbricati a mano.

 

Il Tempio il buddista Sensoji, conosciuto anche come Tempio di Kannon  perchè dedicato alla dea buddista della misericordia, Kannon appunto.  Attorno a quest’ultimo si concentrano  negozietti e  bancarelle,  ed per questo  il luogo ideale per fare incetta di souvenir.

                                                                                                 

                                                                                                      

 Oltre a souvenir tipici giapponesi quali lo yukata ed i ventagli colorati, lungo il Nakamise è possibile comprare dolci e specialità culinarie tradizionali dalla zona di Asakusa, come i Ningyoyaki, dolci a forma di bambola (in tempi recenti sono comparsi quelli ispirati a manga e personaggi kawaii come Doraemon o Hello Kitty) caratteristici di Asakusa con dentro una crema di fagioli dolci, ma anche yakitori (spiedini di pollo) o yaki soba (spaghetti di soia).

  

La via di shopping ha una tradizione di parecchi secoli.
Superata l’entrata dell’Hozomon appare la costruzione principale del tempio e, ad ovest, il Gojūto (pagoda delle 5 storie) dove si dice vengano conservate parte delle ceneri di Buddha.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...